Ricola, una caramella di altri tempi

Chi di noi non ha in casa o non ha avuto una confezione di caramelle balsamiche firmate Ricola. Chi non ha bevuto la sera una tisana istantanea per dormire alla Melissa e limoncello. Le piccole scatole gialle, viola, verdi e blu sono confezioni che rimangono nella memoria. Dietro a questa marca immaginavo grandi industrie e invece scopro che è un’azienda a conduzione famigliare di tradizione svizzera a Laufen, vicino a Basilea.

IMG_5131

Ricola sta per  Richterich & Compagnie Laufen. Il Sig. Wilhelm Emil Richterich nel 1930 fonda la sua piccola azienda proprio nel paese di Laufen, dopo l’acquisto di un piccolo panificio, apre una fabbrica di pasticceria, la Richterich & Compagnie. Nel 1940 crea la sua miscela di 13 erbe che serviranno poi alla produzione della caramella famosa in tutto il mondo. Nel 1967 Emil Richterich e i suoi figli Hans Peter e Alfred, fondano la nuova società Ricola AG, abbreviazione di Richterich & Compagnie Laufen, sempre a Laufen, dove è rimasta fino ai giorni nostri. Nel 1970 l’azienda introduce sul mercato internazionale i propri prodotti e ne crea di nuovi come le tisane e le caramelle alle erbe senza zucchero. Oggi Ricola esporta i propri prodotti in oltre 50 paesi e ha aggiunto al proprio assortimento nuove caramelle alle erbe. La produzione di caramelle avviene solo in Svizzera, mentre i mercati esterni vengono utilizzati solo per il confezionamento e la distribuzione delle caramelle, risparmiando così sui costi di trasporto e sui dazi doganali.

L’azienda è rimasta a conduzione famigliare con circa 400 dipendenti, i campi di erbe provengono da tutta la Svizzera, in particolare dalla valle di Emmental, dalla Valposchiavo, nella Svizzera Centrale e nel Vallese. A seconda della tipologia del terreno e del clima più o meno piovoso le differenti zone coltivano differenti erbe. Ad esempio nella Valposchiavo che da poco ho visitato le erbe sono coltivate nella pianura tra il Lago di Le Prese e Poschiavo ad un’altitudine poco superiore ai 1000 m.s.l.m. La valle alpina meridionale di Poschiavo è piuttosto calda e secca d’estate. Il terreno pietroso e leggero, nonché la topografia, rendono la regione particolarmente adatta alla coltivazione delle erbe. Il Sig. Reto Raselli è conosciuto in Svizzera quale pioniere nella coltivazione di erbe aromatiche. Dal 1991 coltiva i terreni secondo le rigorose direttive biologiche a Le Prese. Qualità e genuinità sono sempre state due prerogative importanti; dal 1993, l’Azienda Raselli è riconosciuta come la gemma, il label BIO. Abolito qualsiasi intervento chimico, sia per concimare sia per eliminare parassiti e erbacce, il lavoro a mano diventa fondamentale. Presso l’Azienda Raselli sono impiegati, a dipendenza della stagione, da 5 a 10 lavoratori. L’ azienda Raselli è da 30 anni fornitrice di erbe per le caramelle RICOLA.

Dopo aver visto da più vicino uno dei fornitori dell’azienda torniamo a Ricola. Le 13 erbe che il Sig Richterich ha selezionato sono il Marrubio, la Pimpinella, la Veronica, l’Altea, l’Alchemilla, il Sambuco, la Malva, la Menta, la Salvia, Il Millefoglio, la Primula, la Piantaggine e il Timo. Le piante vengono raccolte nelle montagne svizzere. La semina inizia dalla metà di aprile, mentre per i campi ad altitudine più elevata la semina viene ritardata di oltre un mese per evitare le gelate. Le colture avvengono a rotazione per far si che le coltivazioni siano in modo naturale, rifiutando i concimi artificiali per compensare eventuali carenze di sostanze nutritive nei terreni. In soldoni significa che il terreno viene lasciato riposare in modo che abbia il tempo di riprendersi senza ricorrere a concimi chimici e l’anno dopo sia pronto alla coltivazione.

“La coltivazione delle erbe avviene secondo i severi principi dell’agricoltura biologica. Le erbacce vengono eliminate manualmente e i parassiti allontanati in modo naturale. La faticosa estirpazione delle erbacce viene ripetuta più volte prima del raccolto”.

I contadini raccolgono le erbe quando i principi attivi contenuti nelle foglie, nei fiori e nelle radici sono nella loro massima espressione. Le piante appena tagliate vengono trasportate poi nei luoghi adibiti all’essiccamento. Ricola ne controlla e supervisiona costantemente la qualità.

Una volta superati i duri test preliminari, le erbe devono affrontare altri passaggi prima di divenire la miscela delle 13 erbe. Le erbe vengono asciugate con cura per mantenere intatte le sostanze attive, pulite, sminuzzate, mescolate secondo la ricetta segreta delle 13 erbe e infine riscaldate dolcemente, solo a questo punto rilasciano le loro preziose sostanze aromatiche, attive e coloranti.

Quel che ne rimane è un estratto altamente concentrato di essenza di erbe svizzere. All’estratto di erbe vengono poi aggiunti altri ingredienti a seconda del gusto della caramella, come estratti vegetali, zucchero o dolcificanti evitando l’uso di qualsiasi colorante o aroma artificiale. La massa viene quindi cotta, raffreddata, versata in uno stampo, compressa e tagliata in piccoli pezzi. E così che arriva nelle nostre dispense nelle loro confezioni inconfondibili.

IMG_5082Ogni paese ha la possibilità di gustare solo alcuni gusti a seconda di quelli che vengono esportati. In Svizzera ad esempio troverete quelle alla verbena e alla Salvia e le tisane ai fiori di sambuco che in Italia non troverete. Nel mio prossimo viaggio farò incetta dei gusti introvabili.

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: