Una torta tutta jingle bell- backstage di un articolo

Per questo mese di dicembre è uscita una mia ricetta sul numero di Torino Magazine. Una rivista con le foto belle e lucide e grandi che parla sostanzialmente di Torino e dei torinesi. Era già uscito qualche anno fa un mio speciale su Libera Terra e sui loro prodotti di cui ne vado stra orgogliosa! Stavolta invece qualcosa di più leggero come una torta, ma sempre qualcosa di buono.

Ho scelto con l’aiuto di un’amica una torta vegana, perchè proprio quelle piene di burro sento che mi appesantiscono troppo. Non so se parlarvi prima della torta o prima dell’amica. Una casa surreale fuori Torino, quando le ho chiesto un’idea alternativa per Natale ci siamo messe a tirare giù un po’ di ingredienti e di ipotesi. Mi piace cucinare con gli altri accomuna e lega. Nella casa di Susy si sale da una scala appoggiata al muro. Cioè si sale anche da una piccola porta, ma sostanzialente l’entrata principale è dalla scala a pioli. Quando approdi nella sua cucina sembra una casa sull’albero o il fantastico mondo di “Alice nel paese delle meraviglie”: come fosse decorata da Gaudì, tutte curve armoniche , soppalchi colorati, e piastrelle  a mosaico per tutta la cucina. Ingredienti sani sulle mensole, come quelli che piacciono a me, farine integrali, miso, erbe aromatiche dell’orto seccate all’in giù. Dopo un breve summit  si ri-scende in giardino dalla casa sull’albero (da notare che quando il figlio torna da scuola sale e scende da lì) si vanno a raccogliere melograni, bergamotto, mele e si tira fuori la marmellata fatta da lei. Sembra un racconto surreale, ma non lo è. Insieme si inizia ad impastare, pelare, chiacchierare e fotografare.

P1050240 Continua a leggere

Da I Matetti, difetti che diventano virtù.

La Liguria amata e odiata terra aspra a picco sul mare. Bella da mozzare il fiato, buona da capogiro che crea dipendenza. Troppo faticosa d’estate quando si riversano fiumi di turisti dal piemonte e dalla Lombardia. Eppure per noi piemontesi, la Liguria è una seconda casa.IMG_5294 Ci siamo cresciuti e abbiamo passato l’infanzia, l’età della scuola, per l’appunto età da mattetti come dicono loro. Abitudini ritmate. Focaccia al mattino con caffè latte. Il pranzo delle 12.30, le tre ore di digestione prima di fare il bagno; i paguri pescati con ossessiva ripetizione giorno dopo giorno. Continua a leggere

QOCO 2013- “Un filo d’olio nel piatto” .

Extra Virgin Olive Oil Festival “Cultivar Coratina”

Domani si parte per la Puglia. Felice di aver accolto l’invito per una terra che amo sia dal punto di vista culturale che gastronomico. Una terra che ha visto recensito i miei primi ristoranti di questo blog. Una terra che ha mi ha riempito gli occhi e il cuore con i suoi ulivi secolari, terra di misticismo ed energie. Terra di affetti e relazioni che non finiscono mai. Tra trulli e masserie, tra le verdure che la fanno da padrone nel pasti di tutti i giorni.puglia

Foto di PAOLO DUENDE GHIVARELLO- Cisternino

Continua a leggere