Un cuore che batte, l’Istria

In questa settimana ho conosciuto una regione molto vicino all’Italia, L’Istria. Non che non avessi fatto almeno una vacanza a Pola con amici di origine istriana dei miei genitori, ma ero troppo piccola per capire e conoscerne la storia. Per la rassegna “Per Tutti i Gusti” in collaborazione con Sheraton Milan Malpensa Airport, Style.it, La Feltrinelli, un progetto di Carlo Vischi, è stata organizzata una cena con i produttori locali di olio e vino dalla Regione Istria -www.istra.com- e l’ ente del turismo istriano. l’Istria, mi raccontano, è a forma di cuore e per il mio blog è una caratteristica che non posso non annotare. Ed è proprio il cuore che si sente dai racconti dei nostri ospiti, dai loro occhi l’amore sconfinato per la propria terra. In auto con Francesca Angeleri,di cui vi ho già parlato di origine istriana, ci racconta la storia dei suoi nonni e dell’Istria, di questa terra contesa tra la l’Italia e la Jugoslavia, tra la prima e la seconda guerra mondiale. Questa terra di tutti e di nessuno, un po’ “no man’s land” che si ripete , in cui gli istriani non amano definirsi né italiani né jugoslavi, forse a forza di contenderli si sono trovati una loro identità forte, eclettica che raccoglie tante culture e a suo modo originale, un crocevia di popoli, uno snodo di umanità. Nel cibo puoi leggere la sua biografia, ma puoi anche ritrovare un luogo di non conflitto e un punto comune tra tante diversità.

Forse è arrivato il momento di riscoprire questa regione così vicino a noi, di scoprirne le origini, le vicissitudini, la sofferenza ma anche la bellezza paesaggistica selvaggia: le coste frastagliate, gli ulivi, le isole, i paesini antichi e romantici, i porticcioli ela campagna. E infine il cibo, così vario ed assortito in modo unico e nel suo genere originale. Troviamo la rotta del pesce bianco, i frutti di mare, i gamberi, la sogliola; il bue Boskarino utilizzato in passato per aiutare i contadini a trasportare e arare i campi, ora dalle sue carni otteniamo delizie gastronomiche, che abbiamo assaggiato durante la nostra cena sia come affettato con le ortiche fritte sia come arrosto. La rotta degli asparagi selvatici abbinati nella nostra serata alla pasta fresca e ai gamberetti; la rotta dell’olio, particolare, forte, piccante, dolce , da usare in cosmesi e i produttori sono al nostro tavolo: il Sig. Ipsa e il Sig. Cuji fieri dei loro prodotti ci hanno raccontato i loro ulivi e le loro caratteristiche. E infine la rotta dei vini del Sig. Degrassi che fa del buon vino, delle belle foto, dei buoni sorrisi, uomo serio che con i suoi vigneti in Petrovia produce  ‘Terre Rosse’ un vino rosso rubino intenso dal sapore morbido e caldo e anche fruttato, ma la varietà è ancora una volta protagonista. In Istria non manca il tartufo bianco, nella zona compresa tra il fiume Quieto fino al monte Cicaria a nord, sino alla baia d’Arida a sud.

La nostra serata istriana è scivolata via, tra racconti, sensazioni, impressioni e Francesca che ritrova nel sig. Ipsa uno dei suoi personaggi del documentario di Magna Istria –http://www.youtube.com/watch?v=740IyzAzBWY– . Dopo tanti anni, è comunque qualcosa di magico, strade che si incrociano e destini che si intrecciano, i destini degli italiani con i nostri vicini di casa istriani di cui troppo poco sappiamo, e poco esploriamo. Ma la sensazione generale è che i tempi siano maturi per le presentazioni e per gli inviti reciproci, per una bella vacanza in Istria. Come quando ti trasferisci in un nuovo condominio: “Appena ha tempo venga su a prendere un caffè le faccio vedere la casa….”

Chef: Ingrid Zrnić e Fabiana Mijanovic

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: