A cena con Pasolini. Roma

Il Pommidoro, Roma 28 febbraio.2011 7 e mezzo
In uno dei tanti viaggi di lavoro oggi andiamo da Pommidoro. Consulto il mio fidanzato a Torino e chiedo un posto non lontano dalla stazione Termini, e lui con tutte le sue fonti affidabili mi consiglia questo ristorante con cucina tipica romana. Adoro Roma, la cucina è semplice trovi sempre qualcosa che ti da grandi soddisfazioni, fosse anche solo un piatto di bucatini cacio e pepe e la giornata ha svoltato. 🙂 Ma è il 14 aprile ed è tempo dei carciofi! Inutile il pensiero mi va dritto al carciofo alla giudea! Saltello come un bambina e mi dirigo verso il ristorante. La cosa che adoro dei ristoranti romani è il bancone degli antipasti, dove è tutto grande, i vassoi, le verdure, la cicoria, le puntarelle, i polipi in insalata, i fagioli con le cipolle. E’ tutto grande….e io questa cosa l’adoro ti riempie di gioia, perchè significa generosità, dare, donare ed amare ed è ciò che la cucina rappresenta per me.
Beh, Pommidoro risponde alle mie fantasie romane. E’ assolutamente in linea. Il bancone degli antipasti è di tutto rispetto! Tavolini, con tovaglie gialle, una grande griglia con tutti i tipi di spiedini, bistecche, polli….Noi ci sediamo ad un tavolo al piano inferiore e ci soddisfiamo con due carciofi alla romana me-ra-vi-glio-si e tre spiedini di carne mista di vitello e pollo. Più che spiedini sembrano arrosticini per la dimensione, ma la carne è più leggera!! Sono soddisfatta per un pranzo veloce prima di tornare dal mio fidanzato! Al momento di pagare la cosa più cara sono i 2 carciofi a 14 euro, ma ne è valsa la pena! Prima di uscire vedo una foto appesa di Pasolini con un assegno firmato da lui e poi un scritta del padrone del Pommidoro: “ Assegno firmato da Pierpaolo Pasolini e rilasciato al gestore di questa osteria di cui era cliente abituale, per pagare l’ultima sua cena consumata insieme a Ninetto Davoli con il quale si è intrattenuto in questo locale fino al momento di recarsi alla stazione per incontrarvi il suo assassino, il Pelosi. La sera in cui fu ucciso. In fede Bravi Aldo (pommidoro)” Fotografo e tutto ciò che ho mangiato si carica di energia, di storia, di cultura, di cinema, di arte e di dolore.

Piazza dei Sanniti, 44
00185 Roma
06 4452652

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: